Greta Thunberg con #FridaysForFuture, giovani in lotta contro il clima

Al fine di raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile sanciti dalle Nazione Unite, è necessario per l’essere umano avere un rapporto equilibrato tra l’ambiente, il cibo e le risorse.

La Fondazione Barilla appoggia il movimento #FridaysForFuture

Questo è quanto, tra l’altro, riporta la Fondazione Barilla dopo che si è tenuto anche in Italia il #FridaysForFuture, il movimento giovanile che, guidato dalla giovane svedese Greta Thunberg, mira a richiamare ed a sensibilizzare gli adulti alle loro responsabilità per quel che riguarda i cambiamenti climatici.

Al riguardo la Fondazione Barilla, con il progetto ‘Noi, il cibo e il nostro pianeta’, mette a disposizione degli insegnanti, dalla scuola primaria a quella superiore, materiali educativi preziosi per promuovere la sostenibilità tra i banchi di scuola.

Greta Thunberg in piazza del Popolo a Roma

Ed è proprio qui in Italia, e precisamente a Roma, che Greta Thunberg, parlando sul palco allestito in piazza del Popolo, ha ribadito che per i cambiamenti climatici il tempo stringe, e che bisogna agire subito per evitare che i processi di riscaldamento del nostro pianeta siano irreversibili.

Nella lotta contro il clima, in particolare, si stima che il genere umano abbia, a partire da oggi, poco più di dieci anni per evitare sul clima la catastrofe, e per farlo occorre mettere a punto su scala mondiale un piano serio di riduzione delle emissioni.

Greta Thunberg è ormai un personaggio popolare, conosciuto in tutto il mondo, ma non mancano i detrattori ed in particolare coloro che contestano il fatto, anzi il sospetto, che la giovane ragazza sia sostanzialmente la rappresentante delle lobby e dei movimenti ambientalisti.

Per esempio, in un articolo pubblicato su secoloditalia.it è stato messo in evidenza come la favola della giovane attivista, che è in grado di trascinare milioni di suoi coetanei, appaia al dunque assai meno ‘favolosa’ di come ci viene in realtà presentata. In ogni caso Greta Thunberg ha il merito di aver mobilitato in tutto il mondo milioni di giovani che non sempre sono attenti ed interessati alla sostenibilità ed alla tutela dell’ambiente.

#FridaysForFuture, lo sciopero mondiale per il clima

Il movimento di Greta prende il nome di #FridaysForFuture in quanto, per mettere pressione agli adulti, ed in particolare ai potenti della terra per agire con concretezza contro i cambiamenti climatici, è il venerdì che è stato scelto come giorno per non andare a scuola e per scioperare per un futuro migliore sul nostro pianeta a favore ed a tutela delle nuove generazioni.

Il tempo dirà se #FridaysForFuture sia solo un movimento giovanile di durata effimera, o se invece avrà in tutto e per tutto voce in capitolo ed una influenza rilevante sulle scelte delle nazioni per quel che riguarda quei piani di riduzione delle emissioni che molto spesso sono dei meri impegni sulla carta in quanto poi non vengono concretamente messi in pratica. ‘Perchè si congratulano con me e poi non fanno niente?’, ha non a caso dichiarato Greta Thunberg a Roma nel corso della partecipazione ad un seminario sul clima in Senato.

x